Scrivere per il web: la struttura dell’articolo perfetto

scrivere per il webNello scrivere per il web, la struttura che il web writer decide di dare agli articoli è fondamentale per il loro posizionamento su Google.

Stando così le cose, qual è dunque la struttura ideale per un articolo di un sito web o per un post di un blog aziendale? Bisogna dirlo subito: non esiste una ricetta universalmente valida riguardo allo scrivere per il web. Al tempo stesso, esistono alcuni punti fermi che possono essere considerati efficaci in ogni tipo di situazione.

Ecco dunque i consigli che si possono dare per scrivere un articolo con una buona struttura:

 

  • Scrivere per il web, regola 1: scegli con cura la keyword primaria del tuo articolo

    La keyword primaria dovrà essere presente nell’URL della pagina web, nel tag title, nel tag H1, negli eventuali tag H2 o H3, nel tag description. Si tratta di un lavoro di ottimizzazione da fare meticolosamente!

  • Come scrivere per il web, regola 2: scegli termini dello stesso campo lessicale

    Costruisci l’articolo usando termini di quello specifico settore. Questo aiuterà Google a capire il contesto del tuo contenuto e a catalogarlo nel modo migliore. Ricorda però di scrivere naturalmente, senza forzature!

  • Scrivere per il web, regola 3: da’ una struttura SEO all’articolo

    In sostanza, si tratta di dare all’articolo un titolo (tag H1), un cappello introduttivo (una o due frasi introduttive), titoli interni per ogni paragrafo (tag H2), conclusioni finali (due o tre frasi).

  • Come scrivere per il web, regola 4: inserisci un’immagine nell’articolo

    È fondamentale per il posizionamento! E non scordare di inserire la keyword primaria nell’alt text e nel title dell’immagine!

 

Questi i semplici consigli per dare ai tuoi articoli o post una struttura ordinata, che Google possa leggere senza fatica. La struttura è riassunta nell’immagine sotto:

 

scrivere per il web

 

Dunque, questi erano i miei suggerimenti su come scrivere per il web in modo realmente efficace. Seguirli è piuttosto facile, basta un minimo di volontà e di organizzazione. Se lo farai, ciò ti permetterà di creare contenuti di qualità, portando molto traffico web sul tuo sito o sul tuo corporate blog!

 

Come vendere prodotti e servizi online?
Occorre saper scrivere per il web.
>>> Contattami e parliamone! <<<

 


come scrivere per il webQuesto post su come scrivere sul web e, in particolare, sulla scrittura del perfetto articolo online è stato scritto e pubblicato da Alessandro Scuratti, content specialist e business blogger.
Da più di 20 anni mi occupo di comunicazione per le aziende, come business writer e come content marketer.
Dal 2011, gestisco questo mio blog personale, che raccoglie migliaia di visite al giorno. Sono l’autore del libro Scrivere per il web 2.0, adottato come testo d’esame da due università.
Vuoi contattarmi per saperne di più su come fare content marketing in modo efficace sul tuo blog aziendale? Vuoi scoprire come intercettare i bisogni del tuo target di consumatori e generare lead caldi e in target in modo continuativo? Vuoi incrementare le vendite della tua PMI e con esse fatturato e utili? Contattami e troveremo la soluzione più adeguata per fare acquisizione clienti per la tua impresa!

4 pensieri su “Scrivere per il web: la struttura dell’articolo perfetto

  1. Enrico Sigurtà

    Come sempre ottimo articolo.

    Questa struttura si integra perfettamente con formule di copywriting note, come A.I.D.A. e S.I.B.A. . In più il vantaggio di usare un blog sta nel fatto che titolo h1 viene inserito automaticamente.

    L’unica cosa su cui non sono completamente d’accordo è l’h2. So che da un punto di vista del SEO funziona, però troppi h2 rischiano di rendere illeggibili gli articoli. Io generalmente, al posto degli h2, inserisco dei semplici grassetti.

    A presto

    Rispondi
  2. Carlo Di Somma

    Ottima l’idea di utilizzare una struttura ordinata e di cercare di seguirla nella stesura di un articolo, ma bisogna sempre ricordare che i “contenuti”, specialmente se originali e di buona qualità fanno sempre la differenza.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*