Creare email efficaci? Ecco come in 6 step!

creare emailEcco la domanda cruciale di chiunque faccia email marketing: come creare email davvero efficaci? Vale a dire: come scrivere email che siano aperte, che siano lette e che muovano all’azione il nostro target?

L’interrogativo è obiettivamente di quelli tosti. Perché, in altre parole, è come se ci chiedessimo: come si fa ad aumentare il numero di clienti di un’azienda attraverso le attività online di marketing diretto? Di solito, chi sa dare una risposta precisa su questi argomenti si fa pagare molto bene.  🙂  Ed è giusto così. Vediamo comunque quali indicazioni di massima si possono dare su come creare email di successo, pur avendo a disposizione lo spazio limitato di un post.

come creare email efficaciPer esempio, creare email vincenti è il tema di una bella infografica – qui a destra, clicca l’immagine per ingrandirla – pubblicata sul blog di Andy Jankins. In essa vengono presentati sei consigli per migliorare l’efficacia delle email, e sono tutti validi. Ve li ripropongo qui sotto, aggiungendo il mio commento. Successivamente, ho riportato anche qualche osservazione integrativa sul tema, che viene dalla mia diretta esperienza con l’email marketing.

Dunque, ecco quali sono alcuni dei migliori suggerimenti su come creare email commerciali che funzionano. Metteteli in pratica, se volete aumentare il numero dei vostri clienti per davvero.

Di più: vi consiglio di applicare queste indicazioni ogni volta che vi trovate a creare email, e non solo quando dovete scrivere email per le campagne DEM. Un esempio pratico è quando si ha la necessità di creare messaggi di posta elettronica che sono destinati a colleghi o a fornitori. Non è una cattiva idea essere efficaci anche in quelle occasioni di lavoro, per quanto possano sembrarci rapporti o contesti ordinari. E invece è bene fare attenzione anche quando la soglia d’attenzione cala: i vantaggi del creare email chiare e convincenti portano risultati apprezzabili in ogni ambito.

 

Vuoi creare email commerciali che vendono?
>> CONTATTAMI! <<

 

Come creare email efficaci curando l’oggetto

Partiamo alla grande, perché qui si gioca il grosso della battaglia. In effetti, l’oggetto di una email è decisivo affinché essa venga aperta o meno. L’oggetto delle email è cioè direttamente collegato al tasso di apertura (CTR) delle nostre comunicazioni di posta elettronica.
Quindi, creare email efficaci significa in primo luogo creare oggetti efficaci. Ma come si scrive un oggetto di successo? Uno dei consigli più utili è quello di mantenerlo breve, affinché la stringa dell’oggetto nella casella di posta del destinatario non risulti tagliata. La brevità è cioè la carta vincente. Poi, l’oggetto andrebbe personalizzato, se si conoscono i nomi dei destinatari. Perciò, mai scrivere “Gentile Signore”, ma “Gentile Mario Rossi”.
Per creare email che siano ben progettate, occorre anche scrivere oggetti che esprimano un beneficio, cioè che spieghino al destinatario che, se leggerà l’email, ci guadagnerà parecchio. Un oggetto valido in questo senso? “Aumenta i tuoi clienti del 30% con il nostro email marketing!”. Ecco, nei tuoi oggetti cita numeri e fatti concreti, perché danno ai destinatari una forte sensazione di utilità.
Ricapitolando: creare email che funzionano significa in buona parte scrivere oggetti azzeccati. Qualsiasi web marketer dovrebbe cercare di affinare le proprie tecniche per scrivere oggetti sintetici ma accattivanti.

 

Si riescono a creare email efficaci anche curando i font

Un dato di fatto: leggere a monitor è più lento e più faticoso che leggere su carta. Dunque, è opportuno fare tutto il possibile affinché la lettura delle nostre email sia il più agevole possibile per i nostri destinatari. Questo è possibile intervenendo per esempio sui font del testo. Il consiglio è cioè quello di creare email scritte con un font senza grazie – che è meglio leggibile a monitor dei font con le grazie – e con un corpo adeguato – cioè né troppo piccolo né troppo grande.
Insomma: l’aspetto visivo è di fondamentale importanza nel creare email che mantengano il destinatario agganciato alla lettura. Tornerò sull’argomento anche più avanti.

 

Creare email efficaci fornendo valore per il target

Il che può significare due cose. La prima è che occorre creare email chiare, precise, capaci di raggiungere gli obiettivi di comunicazione del mittente. Quindi, il primo consiglio è quello di scrivere testi semplici, con un buon grado di comprensibilità e un buon grado di leggibilità. Puoi anche valutare questi miei suggerimenti su come creare testi più leggibili.
Il secondo punto – fondamentale quando si devono creare email di tipo commerciale – è fornire valore per i lettori. Si tratta cioè di agire più o meno come quando si fa content marketing. Occorre cioè creare contenuti di qualità per la nicchia a cui ci si rivolge, perché solo i contenuti di grande valore attirano l’attenzione dei destinatari.
Ma come possiamo capire se abbiamo creato contenuti di qualità? L’infografica ci suggerisce di porci tre domande tipiche:

  1. Questo contenuto dà informazioni interessanti al mio destinatario?
  2. Questo contenuto gli risolve uno o più problemi che lo assillano?
  3. Questo contenuto vale il tempo speso per leggerlo?

Bene, se abbiamo risposto di sì a tutte e tre le domande – e se lo abbiamo fatto onestamente! –, allora possiamo dire di aver scritto contenuti di qualità e, di riflesso, di esser riusciti a creare email commerciali efficaci.

 

Creare email efficaci adeguando il tono all’interlocutore

Questa è una delle doti più importanti per un comunicatore, anche quando si tratta di creare email. In pratica: quando scriviamo i nostri messaggi di posta elettronica, dobbiamo sempre metterci nei panni di chi li riceverà.
Questo esercizio ci permette di concentrarci sul target, adeguando così il tono della nostre comunicazioni ai suoi bisogni. Per la serie: se conosciamo bene il nostro pubblico, sapremo che cosa scrivere per interessarlo e muoverlo all’azione. Di riflesso, riusciremo a creare email indubbiamente più mirate.

 

Come creare email efficaci personalizzando il messaggio

Ne abbiamo già parlato a proposito dell’oggetto delle email: rivolgersi direttamente alla singola persona è molto più conveniente che usare una forma impersonale. Ciò vale ovviamente anche per il testo dell’email.
Il suggerimento è pertanto quello di citare nella singola email il nome dello specifico destinatario. Se non sbaglio, fu Dale Carnegie nel suo Come trattare gli altri e farseli amici a dire che le persone amano sentir pronunciare il proprio nome. Ecco, teniamone conto quando vogliamo creare email commerciali che siano davvero convincenti.

 

Puoi creare email efficaci facendo test

Ecco una parte fondamentale del discorso, e cioè: quello che funziona sul serio lo stabilisce soltanto il campo di battaglia!  🙂  In altre parole: occorre scrivere vari tipi di email e provare ciascuno di essi con un campione di pubblico – ogni campione sarà rappresentativo del target intero. Perché fare così? Ma perché succede spesso che email con leggere differenze nell’oggetto o nel testo ottengano CTR completamente diversi. Ed è praticamente impossibile dire in anticipo quale sia tra le tante quella che funzionerà meglio. Solo i test comparativi possono evidenziarlo.
Si potrebbe obiettare che creare email differenti fa lievitare i costi. È verissimo. Però, questa è l’unica soluzione per togliere ogni dubbio, e fare la scelta che garantisce il ritorno economico maggiore.
Pertanto, quando ci apprestiamo a creare email – soprattutto se il nostro fine è l’email marketing –, facciamo dei test preliminari, usando un campione del target per ogni testo creato. Il il tempo perso in questa fase non è mai sprecato!

 

Un paio di osservazioni supplementari. Si è detto dell’importanza dei font per creare email commerciali leggibili. Aggiungerei che l’optimum è usare tutte le regole del web writing. In sostanza: la scrittura di una email coincide commerciale con la redazione di un testo che sarà letto su uno schermo. Pertanto, è indispensabile che le comunicazioni di vendita siano scritte tenendo d’occhio le principali norme della scrittura per il web.

La seconda osservazione riguarda le tecniche di copywriting per esser più efficaci nel creare email commerciali. In pratica, vi segnalo un post che ho scritto tempo fa su come scrivere per vendere online. Ci trovate un bel po’ di idee per rendere le vostre email di tipo business ancor più concrete e accattivanti per i vostri potenziali clienti.

Ecco, questi sono i consigli per creare email vincenti e aumentare enormemente le possibilità di far trovare nuovi clienti alle vostre aziende. Li ho integrati con quelle che sono le mie esperienze nell’email marketing. Insomma: ora avete qualche strumento in più per fare web marketing attraverso la posta elettronica e pompare le vostre vendite online!

E tu, che ne pensi di questo elenco di sei consigli dedicati all’efficacia delle email commerciali? Allungheresti la lista con qualche altra indicazione? Se sì, lascia un commento qui sotto e condividi con tutti noi quelle che sono le tue dritte per creare email di vendita vincenti!

 

Vuoi creare email che vendono per il tuo business?
>> CONTATTAMI! <<

 


come creare email businessQuesto post su come creare email commerciali di successo è stato scritto da Alessandro Scuratti, content specialist e business blogger.
Da 19 anni mi occupo di comunicazione per le aziende, come business writer e come content marketer. Dal 2011, gestisco questo mio blog, che raccoglie migliaia di visite ogni giorno. Sono autore di Scrivere per il web 2.0.
Vuoi saperne di più su come tu e la tua azienda potete creare contenuti di qualità ritagliati sulle esigenze dei vostri potenziali clienti? Vuoi capire come sfruttare il marketing dei contenuti per vendere più prodotti o servizi? E, nello specifico, vuoi anche capire come riuscire finalmente a creare email business che trovano clienti? Contattami attraverso il form in questa pagina!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*