7 consigli per dare un layout perfetto al tuo blog!

blog layout bloggerCreare un blog è un’operazione relativamente semplice. In effetti, chiunque abbia un minimo di confidenza con l’informatica può riuscire a mettere online il proprio diario in Rete. Quello che però è difficile è costruire un blog nel modo giusto, e cioè pubblicare un progetto che abbia una struttura adeguata a quel particolare mezzo di comunicazione che è il web.

Si possono dare dei consigli su come progettare e realizzare un blog efficace già dalla sua struttura e dal suo layout? Sì, è possibile individuare alcuni suggerimenti in questo senso. Per esempio, Pushing Social ha creato un’infografica (a destra, clicca per ingrandirla) che raggruppa sette punti che ogni neo blogger dovrebbe valutare attentamente.

Dunque, per avere un blog che parta con il vento in poppa, ecco i sette particolari su cui devi lavorare con particolare attenzione:

 

1. Crea uno header efficace

Che cosa è uno header? È semplicemente l’intestazione del blog. Per intenderci, essa è solitamente composta da una specie di banner che contiene il titolo del blog e il suo pay off – cioè lo slogan del blog.
Uno header è efficace quando fa capire a colpo d’occhio al visitatore di che cosa parla il blog. Inoltre, uno header ben progettato deve anche dare agli utenti un’idea del tono con cui il blogger affronterà i temi nel suo blog.
Facciamo un esempio per capire meglio. Prendiamo in considerazione proprio Comunicare sul Web. Il mio header non è un banner colorato, perché ho scelto un tema sobrio, anzi minimale. Il pay off sotto il titolo del blog è il seguente: tutto quel che serve per comunicare online. Sì, sono stato un po’ pretenzioso, ma l’ho fatto solo per riassumere in poche parole il fatto che nel mio progetto online si parla di comunicazione sul web a trecentosessanta gradi. E in effetti sul blog tratto argomenti che toccano la Rete in varie direzioni, dato che scrivo di web writing, di social media e di social network, di web marketing e di ecommerce, di landing page e di email marketing, di come creare un sito web e di come fare un blog ecc.

 

2. Crea un barra di navigazione semplice

Un blog deve essere usabile. Ciò significa che i tuoi visitatori devono poter navigare tra le tue pagine e i tuoi post in modo semplice e scorrevole. È questa una delle regole di web usability più importanti.
Se invece crei una navigazione incasinata, incoerente, approssimativa, i tuoi utenti faranno una cosa molto semplice: abbandoneranno la navigazione del tuo blog! Come si suol dire: sul web, la concorrenza dista un solo clic dal tuo sito. E ciò vale non solo per i webmaster, ma anche per i blogger: se il tuo blog non è usabile, i tuoi visitatori ci metteranno poco ad andarsene. D’altro canto, il web è verosimilmente pieno di blog che trattano i tuoi temi: perché dovrebbero perdere tempo proprio con te, visto che nemmeno hai avuto la premura di agevolargli la navigazione?
Pertanto, qualsiasi sia l’argomento del tuo blog, tieni presente che l’usabilità è uno dei fattori che possono influenzare in modo decisivo il tuo successo online.

 

3. Progetta una sidebar chiara

Semplificando al massimo, la sidebar è la colonna che in genere sta a destra nel layout di un blog. Che cosa va messo nella sidebar? Dipende da quelli che sono gli obiettivi del blogger. In linea di massima, in questo elemento del layout si possono trovare:

  • l’archivio dei post
  • le categorie dei post
  • i banner pubblicitari
  • i profili del blog sui social media
  • gli articoli più letti
  • i commenti più recenti
  • i blog consigliati dall’autore
  • il campo per la ricerca interna

La lista potrebbe continuare praticamente all’infinito. Ciò che si chiede al blogger è di progettare una sidebar razionale e pulita, affinché i visitatori non facciano fatica a trovare ciò che cercano – o a capire se un widget li può interessare o meno.
Una raccomandazione fondamentale: gli elementi della sidebar non devono distrarre gli utenti del blog dalla lettura dei contenuti dei post.
Insomma: anche la sidebar, così come il menu di navigazione, deve essere usabile. Quindi, il blogger deve riflettere attentamente su quello che per lui deve essere il compito di questo elemento del layout, e agire di conseguenza a livello progettuale.

 

4. Inserire pulsanti di condivisione social

Un post può essere promosso sostanzialmente in due modi. Il primo è ricorrere alla SEO. Se questo canale è sfruttato con sapienza, ciò conduce il post ad avere un buon posizionamento su Google e sugli altri motori di ricerca.
Il secondo modo è promuovere il post sui social network. Questa è tra l’altro una cosa a cui possono provvedere direttamente i lettori del singolo post. Di più: la promozione fatta dai visitatori del blog è addirittura la situazione sperata, cioè quella ideale!
Per fare in modo che i lettori condividano i tuoi contenuti web sui social network è indispensabile che tu inserisca nei tuoi post i pulsanti di condivisione social. E che tu li inserisca in una posizione del layout molto ben visibile.

 

5. Metti in evidenza il tuo post migliore

Voglio dare un’interpretazione più ampia: metti in evidenza i tuoi post migliori nella home page del blog.
Ma quali sono i post migliori? A mio giudizio, sono non soltanto quelli che hanno ricevuto più commenti dai visitatori, ma anche quelli che convogliano più traffico web o che si spera che in futuro si posizioneranno molto bene su Google.
Per esempio, in Comunicare sul Web ho creato uno spazio nella sidebar chiamato “I post più letti del mese”. Ecco, quelli sono i post che più attirano traffico sul mio blog.
Attenzione: linkare un post nella home page del tuo blog ha anche una potente valenza SEO. In effetti, se un post si perde sempre più giù nella timeline del blog, succede che nella struttura del tuo diario in Rete si allontana sempre più dalla home page, che è la tua pagina web principale. Ciò può fargli perdere delle posizioni importanti nei motori di ricerca. Ecco perché linkarlo nella home page può riportarlo nuovamente… in prima linea!
Inoltre, siccome creare un blog significa in pratica scrivere un curriculum vitae e la propria lettera di presentazione, mettere in evidenza i tuoi post migliori ti consente di… sbattere in faccia ai visitatori le tue competenze al massimo del loro splendore!  🙂
Non trascurare questa cosa: aprire un blog è davvero come creare un curriculm vitae online. È cioè un’operazione che ha diversi risvolti di personal branding!

 

6 In ogni post, pubblicizza altri post

Che significa? Se un visitatore sta leggendo un post, fa’ in modo che si accorga anche di altri contenuti web che hai scritto e che potrebbero interessargli.
In che modo si può realizzare questa cosa? Innanzitutto con i link: inserisci nei tuoi post dei collegamenti che rimandino il lettore ad altri contenuti pertinenti del tuo blog. Tra l’altro, questa non è solo una tecnica di marketing, ma è anche una potente tecnica di search angine optimization che ti darà molti vantaggi nel posizionamento su Google.
Poi, in fondo a ogni tuo post, puoi inserire i cosiddetti “argomenti correlati”. Cioè: fa’ in modo che chi arriva a fine lettura trovi una serie di tuoi contenuti di qualità che lo indirizzino ad approfondire gli argomenti del post appena letto.
Da ultimo, puoi inserire nella tua home page dei piccoli riassunti dei tuoi post migliori, con i link verso di essi.

 

7. Cura il footer del tuo blog

Il footer è la parte di layout in fondo al blog, quella in cui si mettono in genere i link “istituzionali”, come la privacy, il copyright e i termini d’uso e le informazioni di contatto.
Perché curare anche questa parte del layout? Innanzitutto, perché così dai un ulteriore servizio ai tuoi visitatori online. Molti di essi sono tra l’altro sensibili a questi temi – che sono effettivamente delicati –, e perciò è il caso di rassicurarli con un footer chiaro, preciso, esaustivo.
Inoltre – e questo sempre in ottica personal branding –, avere un footer professionale ti farà apparire come un blogger attento, più autorevole e affidabile. Una bella spinta positiva alla tua immagine di autore sul web, non credi?

 

Ecco, questi i sette consigli per mettere online un blog che abbia già una struttura e un layout ben definiti e funzionali. Tu come la vedi? Avresti aggiunto qualche altro suggerimento a questa lista? Puoi farlo lasciando un commento qui sotto! Condividi con tutti noi quelle che sono le indicazioni a tuo giudizio più efficaci per realizzare un blog che abbia una buona struttura e un buon layout!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*