La SEO nel 2013: che cosa funzionerà di più?

seo 2013È di questi giorni la notizia che Google sta per apportare dei cambiamenti al suo algoritmo. Ci saranno delle modifiche a Panda e a Penguin che pare andranno a ridisegnare parecchio le SERP del motore di ricerca. O almeno: questo è quello che viene annunciato per i risultati in lingua inglese. Solo in un secondo momento ci saranno ripercussioni SEO anche per le SERP di lingua italiana.

La direzione imboccata da Google è però chiara ed evidente: le SERP saranno sempre più adeguate alle esigenze degli utenti del motore. Insomma: massima attenzione alle persone che cercano contenuti e nessuna pietà per quei siti che giocano sporco per ottenere un buon posizionamento. Alla luce di tutto ciò, che tipo di SEO funzionerà in questo 2013?

La mia opinione in merito è piuttosto precisa. Se vuoi ottenere il massimo in fatto di SEO per il tuo sito o il tuo blog aziendale, in questo 2013 dovrai creare contenuti di qualità, essere più possibile SEO friendly e avere una buona presenza sui social media. Questa è senz’altro una ricetta in grado di dare buoni frutti per qualsiasi progetto online. Vediamola nel dettaglio.

 

Creare contenuti di qualità è fondamentale

I vari aggiornamenti dell’algoritmo di Google hanno fatto sì che la pertinenza delle pagine web rispetto alle query digitate dagli utenti sia diventata uno dei pilastri del posizionamento su Google. Creare un articolo di modesta qualità ma infarcito di parole chiave non funziona più come un tempo. Perché oggi Google sta ancora di più dalla parte dell’utente: rispetto al passato, il motore di ricerca è sempre più attento nel cercare di fornire ai suoi utenti pagine pertinenti, utili, interessanti, originali. Cioè contenuti di qualità. Dunque, come puoi esser sicuro di avere creato contenuti web di buona qualità? Ecco alcuni efficaci consigli:

  • Crea contenuti web che siano realmente informativi per chi li legge. In sostanza, si tratta di scrivere contenuti che siano utili, interessanti, originali, capaci di risolvere i problemi di chi cerca soluzioni concrete alle proprie esigenze.
  • Inserisci l’idea più importante che vuoi comunicare nel primo paragrafo di testo del contenuto. Questo rassicura l’utente web, che ha la certezza di essere arrivato su una pagina pertinente. Ed è utile anche a Googlebot, che così capisce senza possibilità di equivoco di che cosa parla la pagina web.
  • Stabilisci con precisione un lista di keyword della tua nicchia per cui vuoi posizionarti. Usa queste keyword per creare i tuoi contenuti web. Fa’ uso anche delle variazioni semantiche delle keyword, per esempio dei loro sinonimi e dei loro plurali.
  • Fa’ comparire le keyword nei testi degli elementi che permettono il posizionamento on page delle pagine web, e cioè: nel tag title, nel tag H1, nell’URL della pagina web, nel tag H2, nelle parti in grassetto, nell’alt text delle immagini ecc.

 

L’importanza di essere SEO friendly

Occorre fare un buon lavoro affinché le pagine web del tuo sito o blog siano perfettamente leggibili e comprensibili per Googlebot e per gli altri spider dei motori di ricerca. Ecco alcune indicazioni affinché questo sia possibile:

  • Cura la struttura dei link interni del sito o blog. Gli spider devono poter passare agevolmente da una pagina web all’altra. Altrimenti, il rischio è quello che non trovino alcune pagine web, e che perciò non le indicizzino. Inoltre, la struttura del sito non deve prevedere troppi livelli. In effetti, le pagine che vengono sprofondate nella struttura corrono il pericolo di essere interpretate come poco importanti dai motori di ricerca.
  • Crea URL che contengano le keyword specifiche di ogni pagina web (URL SEO friendly).
  • Crea una sitemap accurata e aggiornata del tuo sito web o del tuo blog.
  • Se sono presenti dei reindirizzamenti, verifica che funzionino. Altrimenti, le pagine web saranno irraggiungibili.
  • Crea pagine web leggere. I tempi di caricamento delle pagine sono un fattore spesso trascurato, ma che incide sul posizionamento nelle SERP di Google.

 

La condivisione dei contenuti sui social media

Sono molti i fattori che concorrono al posizionamento di una pagina web nelle SERP di Google. Pubblicare i tuoi contenuti web sui vari social media ti farà ottenere un bel po’ di pubblicità. Molte persone potranno scoprire chi sei e che cosa fai, e visiteranno il tuo sito web o il tuo blog. Questo ti permetterà di ottenere dei backlink che aumenteranno la tua link popularity. Una cosa non da poco. In estrema sintesi, ecco che cosa puoi fare quando pubblichi i tuoi contenuti web sui social media:

  • Pubblica solo i tuoi contenuti web migliori. In sostanza: pubblica contenuti che siano realmente di qualità. Pubblicali su ogni tuo profilo social: su Twitter, su Facebook, su Google Plus ecc. Incoraggia gli altri utenti dei singoli social media alla condivisione, attraverso un messaggio di commento ai contenuti pubblicati.
  • Cura che ogni contenuto web che pubblichi sui social media sia accompagnato da un’immagine: le immagini attirano l’attenzione delle persone in modo molto efficace.
  • Partecipa alle eventuali conversazioni che si sviluppano intorno ai contenuti web che hai pubblicato sui social media.

 

Ecco, questi sono alcuni semplici consigli o indicazioni sulla search engine optimization nel 2013. Google sta cambiando il proprio algoritmo in maniera significativa. Così significativa che, per molti, quello in corso sarà ricordato come l’anno delle penalizzazioni. Non farti cogliere impreparato! Inizia da subito a modificare lo stile e la sostanza della tua presenza online!

 

Vuoi vendere più prodotti e servizi?
Avere visibilità su Google ti aiuta.
>>> Contattami e parliamone! <<<

 


SEO Google SERP layoutQuesto post che tratta delle azioni di ottimizzazione tecnica che riguardano la SEO per il futuro è stato scritto da Alessandro Scuratti, content specialist e business blogger.
Da più di 20 anni mi occupo di comunicazione per le aziende, come business writer e come content marketer. Dal 2011, gestisco questo mio blog personale, che raccoglie migliaia di visite al giorno. Sono autore del libro Scrivere per il web 2.0.
Vuoi contattarmi per saperne di più su come fare content marketing in modo efficace sul tuo blog aziendale? Vuoi scoprire come intercettare i bisogni del tuo target di consumatori e generare lead in target in modo continuativo? Contattami e ti dirò come fare acquisizione clienti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*