“Obvious Adams” di Robert R. Updegraff [recensione]

obvious adams: un ottimo libro di business per chi fa marketing e pubblicitàHo comprato Obvious Adams di Robert R. Updegraff (lo puoi acquistare su Amazon.it) perché Jack Trout lo ha definito in un suo saggio “il miglior libro sul marketing che abbia mai letto”. Di conseguenza, la mia curiosità è stata tanta che ho voluto assolutamente leggerlo.

Il testo è un classico del business, pubblicato nel 1916. Nonostante il volume abbia più di cento anni, il suo messaggio rimane valido e applicabile in più contesti. Quindi, non è utile solo ai professionisti del marketing e della pubblicità. Nello specifico, di che cosa parla? Il testo presenta la storia di un personaggio di fantasia, Obvious Adams, la cui capacità di fare sempre la cosa più semplice lo conduce al successo nel mondo degli affari.

Il libro di Updegraff ripercorre la carriera di Adams, un uomo che non spicca per avere una brillante intelligenza o una grande formazione scolastica e professionale, ma che ha però la pazienza di osservare le situazioni e, poi, la bravura di affrontarle con soluzioni ovvie. Così facendo, Adams risolve tutti i problemi con grande successo, proponendo delle idee che sono apparentemente troppo semplici per essere prese sul serio dai colleghi e dai clienti. Eppure ha sempre ragione lui, perché le sue intuizioni funzionano: le sue decisioni senza fronzoli, prive di complicazioni o sovrastrutture, fanno vendere e realizzare grandi profitti.

Insomma: il libro è un elogio alla chiarezza di pensiero e all’abilità di individuare soluzioni evidenti. Tutte cose che vengono trascurate da chi cerca risposte complesse. Un collega di Adams così lo descrive: “Rimane attaccato ai fatti: li guarda dritto in faccia e poi procede ad analizzarli; così la battaglia è già vinta per metà”. Insomma: l’autore di questo saggio di nemmeno sessanta pagine ci spinge a riflettere sul nostro approccio agli affari – e più in generale alla vita –, incoraggiandoci a cogliere l’ovvio e ad agire in modo più diretto e concreto.

In particolare, se parliamo di marketing e pubblicità, il testo ci invita a non sottovalutare il potere della semplicità e della chiarezza. In effetti, i pubblicitari tendono spesso a ideare soluzioni creative, dimenticandosi che la buona pubblicità deve citare l’ovvio, cioè a che cosa serve un prodotto, come funziona, che benefici dà ai clienti. In altre parole, la pubblicità deve spiegare il posizionamento di marca del prodotto venduto. Al contrario, si vedono fin troppe campagne promozionali che puntano solo sulla creatività, sulla voglia di stupire la platea. Il risultato? Il pubblico ricorda solo della pubblicità, non del prodotto che era stato reclamizzato!

Ecco, il libro di Updegraff (che puoi comperare anche su Amazon) ci ricorda che i fatti sono l’unica cosa che conta. Dobbiamo perciò avere l’umiltà di raccogliere informazioni, analizzarle e, infine, tradurle in concetti semplici. L’obiettivo è che il nostro target di clientela possa comprendere facilmente. Chi non fa questo non otterrà un risultato positivo. Perché, anche nel mondo degli affari, la semplicità e la concretezza battono la volontà di stupire a tutti i costi e il desiderio di proporre soluzioni inutilmente complicate.

 

Vuoi vendere più prodotti e servizi?
Porta il marketing in azienda.
>>> Contattami e parliamone! <<<


Obvious Adams: la recensione del saggio di businessQuesto post che è la recensione del libro Obvious Adams di Robert R. Updegraff è stato scritto da Alessandro Scuratti, consulente di marketing e comunicazione.
Da più di 20 anni mi occupo di marketing e comunicazione per le aziende. Dal 2011, gestisco questo mio blog, che raccoglie migliaia di visite ogni giorno. Sono anche l’autore di Scrivere per il web 2.0.
Vuoi finalmente capire come riuscire a sfruttare il marketing dei contenuti per vendere più prodotti e servizi al tuo target di clienti? Contattami ora attraverso il form in questa pagina!