Archivi categoria: blog

Quando NON aprire un blog aziendale?

blogger blogAprire un blog aziendale è un’operazione consigliabile a qualunque PMI e a qualunque libero professionista. Perché un business blog dà visibilità, dà autorevolezza e fa trovare nuovi clienti. È quello che è capitato anche a me dopo che ho aperto questo blog. Il blogging funziona davvero. Ci sono anche tantissime prove al riguardo.

Dunque, tutti possono bloggare con l’obiettivo di fare lead generation. Non ci sono controindicazioni. O forse sì? Beh, a pensarci bene, il blog aziendale non è uno strumento proprio per tutti. Qualcuno ne potrebbe fare anche a meno. Ma non perché il blog non lo aiuterebbe. I motivi per cui il business blogging, in certi casi, è sconsigliabile risiedono nella scarsa capacità della singola PMI o del singolo professionista a gestirlo. Continua a leggere…

Qualche statistica sui blog aziendali nel 2020

blog aziendaleI blog sono morti? Sì, sì, come no!  🙂  La verità è l’esatto contrario: i blog, sopratutto quelli aziendali, cioè quelli che hanno dietro una strategia di business, funzionano alla grande. Aiutano cioè i brand e le aziende a promuoversi e a vendere di più.

Quindi, chi dice che il blogging è, al giorno d’oggi, inutile lo fa soltanto per interesse. Che cosa voglio dire? È semplice: queste persone hanno un altro strumento da vendere ai brand e alle imprese e tentano di farlo gettando discredito sui blog e sulla blogsfera. Continua a leggere…

Il marketing ha un ruolo fondamentale anche nel blogging

blogging aziendaleIl marketing è un po’ come il prezzemolo: lo trovi dappertutto. È alla base anche della comunicazione. O per meglio dire: le è propedeutico. Prima occorre fare marketing, e solo dopo si può comunicare. Non è consigliabile saltare il marketing e passare direttamente alla comunicazione. Altrimenti i propri messaggi non seguiranno una strategia precisa. Ci si ritroverà a dire le stesse cose che dicono un po’ tutti i competitor. Con il rischio perfino di ritrovarsi a dire le stesse cose che comunica il leader di mercato. Ma questo significa fare il suo gioco e non certo il proprio. Continua a leggere…

Dopo 1400 post confermo che il blog funziona ancora

blogging aziendaleQuesto è il post numero 1401 sul blog. Al conteggio si aggiungono 39 pagine, per un totale di 1440 contenuti pubblicati. Dovendo fare il punto della situazione, qual è la mia esperienza con lo strumento? In particolare, posso ancora dire che il blog è un valido mezzo di promozione? Continua a esserlo oppure qualcosa è cambiato?

Ho iniziato a bloggare verso la fine dell’inverno del 2011. Sono passati quasi dieci anni. I blog aziendali non erano granché diffusi nel 2011. Nel mio settore, c’erano pochi liberi professionisti che avevano un blog fatto come si deve e regolarmente aggiornato. Continua a leggere…

I blog funzionano ancora?

blogging aziendaleSiamo ormai alla fine del 2019. La nascita dei blog si fa risalire a oltre vent’anni fa, nel luglio del 1997. Due decenni abbondanti sono un tempo immenso, soprattutto per le velocissime dinamiche del web. Solo per citare un dato tra i tanti possibili: a luglio ’97, Google nemmeno esisteva. Il suo nome di dominio sarà registrato nel settembre di quell’anno e la società sarà aperta l’anno dopo. Nel ’97, non esistevano neanche i social network che tanto ci piacciono: Facebook, YouTube, LinkedIn, Twitter, Instagram, Pinterest. In pratica, c’erano solo i siti web e poco altro.

Ne è passata di acqua sotto i ponti. Ma… i blog sono ancora attuali? O per meglio dire: aprire un blog può ancora aiutarti a fare personal branding o, se sei un imprenditore, a far vendere di più la tua azienda? Si tratta di domande legittime. Ti anticipo subito la risposta: sì, creare un blog ha senso anche oggi. Perché il blogging, soprattutto se hai un business blog, continua a darti grande visibilità e autorevolezza presso il tuo pubblico. Insomma: creare un blog aziendale è ancora una scelta azzeccata, perché consente ai liberi professionisti e alle imprese di fare content marketing. Continua a leggere…