Come pubblicare un articolo o un post senza refusi

scrittura onlineAnche se sei un web writer o un blogger che ha una buona penna, non puoi ritenerti immune da refusi, errori ortografici ed errori grammaticali. Ne so qualcosa anch’io, visto che ogni tanto mi accorgo – talvolta tardi – degli errori che semino qua e là. D’altronde, diciamoci la verità: solo chi non fa alcunché non sbaglia mai. L’importante è impiegare la massima cura affinché i contenuti di qualità che si creano siano scritti in un italiano che, a sua volta, abbia un buon livello qualitativo.

Ma esiste una ricetta per evitare che un redattore di contenuti web faccia brutte figure ortografiche e grammaticali? No, purtroppo non esiste. Si può però pensare di scrivere un vademecum che aiuti a migliorare le cose. Mi spiego meglio. Esistono delle pratiche che, se attuate, consentono di restare vigili sulla propria scrittura online, permettendo così a chi scrive di concentrarsi di più e, una volta terminata la redazione del proprio testo, intercettare la maggior parte dei refusi e degli errori in esso contenuti.

Una premessa. Questa di cui vi parlerò è la mia ricetta personale. Con me funziona piuttosto bene. Non è però detto che si tratti dell’unico modo possibile per avere un controllo abbastanza efficace della qualità ortografica e grammaticale dei testi per il web. In questo senso, vi invito a lasciare i vostri commenti alla fine del post. Se avete un metodo che è infallibile o giù di lì… parliamone! 🙂

 

1. Mentre scrivi, il tuo sottofondo dev’essere il silenzio

Parola d’ordine: concentrazione. In effetti, il modo più efficace di evitare i refusi è proprio quello di concentrarsi il più possibile sulla scrittura. Il che significa mettersi nelle condizioni di evitare il più possibile quelle distrazioni che conducono a fare errori di ortografia ed errori di grammatica.

L’ideale sarebbe quindi quello di scrivere in un ambiente il più possibile silenzioso. Ma mi rendo conto che non sempre ciò è possibile: scrivere migliaia e migliaia di parole ogni giorno può diventare noioso. Avere una musica di sottofondo diventa quindi una necessità. Almeno ci si distrae un po’ dalla fatica.

E quale musica scegliere? Dipende dal tipo di persona che si è, cioè dai propri gusti musicali. La mia colonna sonora preferita in questi casi è la musica classica, e in particolare quella per pianoforte. Per esempio, spesso scelgo di ascoltare su YouTube le eccezionali performance del grande Arturo Benedetti Michelangeli.

 

2. Scrivi quando sei fresco

In sostanza, si tratta di scrivere soprattutto la mattina. Perché quello è il momento della giornata in cui si è più riposati, e in cui è pertanto meno facile fare refusi nella propria scrittura.

Certo, non sempre si può scegliere liberamente di scrivere la mattina. Le esigenze di lavoro sono imprevedibili: capitano quando capitano. E poi la mattina è ideale anche per la rilettura dei contenuti scritti il giorno prima. Di conseguenza, la scrittura dei nuovi testi deve giocarsi lo spazio mattutino con gli imprevisti lavorativi e le riletture. Tuttavia, ho notato che, quando scrivo i miei contenuti web la mattina, il numero di refusi o errori si abbassa sensibilmente. Provare per credere!

 

3. Rileggi la mattina seguente

È quanto stavo spiegando al punto precedente. Se puoi, non pubblicare mai un contenuto web subito dopo averlo scritto. Lascialo lì a decantare per un po’, come si fa con il buon vino prima di servirlo in tavola.

Prendere distanza dal testo è utilissimo per staccare la mente dalle parole che si sono appena scritte. Quando si rileggerà il proprio lavoro lo si considererà con occhi nuovi o quasi. Questa operazione permette non solo di scovare eventuali refusi o errori grammaticali e ortografici, ma anche di prendere coscienza delle possibili incongruenze lessicali. O addirittura di accorgersi di qualche problema a livello di struttura del contenuto e di logica espositiva dei suoi concetti.

 

4. Fa’ un controllo con il correttore automatico

Hai scritto il tuo contenuto di qualità? L’hai riletto? Ti sembra tutto a posto e perciò stai per pubblicarlo? Aspetta ancora un minuto… La mia ricetta per evitare refusi e errori grammaticali e ortografici prevede un ulteriore step.

Il mio consiglio è questo: copia e incolla il tuo testo in Microsoft Word o in Writer di Open Office. Poi, abilita il correttore ortografico automatico e vedi un po’ se scova qualche errore. Se vuoi, puoi intendere questa procedura finale come il definitivo controllo di qualità per il tuo testo. 🙂  Sembrerà incredibile, ma la maggior parte delle volte questa semplice operazione mi porta a scoprire uno-due refusi che sennò avrei trasferito online con il documento.

 

Ecco, questa è la mia lista di consigli su come evitare di fare refusi ed errori ortografici e grammaticali nei testi dei tuoi contenuti web. Tu come la vedi? Ti sembra una buona metodologia? Sei un blogger o un web writer e ti va di provarla per qualche giorno con i tuoi articoli o post? Poi, dimmi se ti è stata utile!

Più in generale, tu hai una tua ricetta personale su come scrivere senza refusi? Ti va di condividerla con noi tutti lasciando un commento qui sotto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*