Come attirare l’attenzione dei tuoi potenziali clienti?

trovare nuovi clientiIl desiderio di ogni imprenditore? Avere la fila di clienti fuori dalla porta. Perché ciò succeda, occorre però che i clienti sappiano chi è e che cosa fa l’azienda. In altre parole: perché ciò sicceda, occorre attirare l’attenzione dei potenziali clienti. Ma come ci si riesce? In questo post, ti propongo alcune soluzioni al problema. Il mio consiglio è quello di ragionarci sopra e applicarle quanto prima. Perché funzionano: ti aiuteranno a trovare nuovi clienti e a parare i colpi della concorrenza.

Diciamoci la verità: farsi notare dalla clientela è difficile. Perché? I motivi sono tanti. In primo luogo, i concorrenti sono aumentati rispetto a un tempo. Oggi, con Internet, chiunque, in qualsiasi punto del mondo, può attaccarti a livello commerciale. Non bastasse questo, i mercati sono oramai saturi di prodotti e servizi: spesso, l’offerta supera la domanda. Da ultimo, tutti fanno pubblicità. I clienti sono letteralmente storditi da spot, annunci, volantini, e-mail, banner, sponsorizzate ecc. La loro attenzione è sempre più difficile da conquistare. Come comportarsi dunque?

Se sai fare marketing strategico, marketing operativo e comunicazione, sei un passo avanti rispetto ai competitor. In effetti, padroneggiare queste discipline ti aiuterà a raggiungere il tuo target, suscitando la sua attenzione. Non è semplice, ma è un lavoro che va fatto. D’altronde, spesso, le aziende vanno in difficoltà proprio perché non fanno marketing né comunicano in modo efficace. E non è un caso.

Ad ogni modo, qui sotto trovi un elenco di suggerimenti che ti aiuteranno ad attirare l’attenzione del tuo target. Se vuoi, puoi ampliare la lista tu stesso, lasciando un commento alla fine dell’articolo.

 

  1. Sii diverso dai concorrenti

    Differenziarsi è (quasi) tutto. Le aziende che si differenziano emergono dal grigiore delle offerte tutte uguali sul mercato. Le aziende che si differenziano smettono di vendere commodity, perché vengono percepite come brand dall’identità chiara e specifica. Quindi, chi si differenzia dai competitor si fa notare dai consumatori (o dai decisori aziendali, nel caso di B2B).
    Pertanto, la tua azienda ha l’obbligo di farsi percepire come differente dalle altre. Altrimenti, non darà alcun motivo ai clienti per farsi preferire.

  2. Fa’ pubblicità “sana”

    C’è un modo giusto di fare pubblicità e uno sbagliato. Se la tua azienda ha un posizionamento di marca, ogni sua pubblicità dovrebbe metterlo in evidenza. In breve: la pubblicità “sana” è quella che martella su ciò che ti differenzia dai concorrenti. È quella che comunica alla noia il tuo vantaggio competitivo, cioè le cose che ti rendono unico rispetto agli altri. Se la tua pubblicità non fa questo, è praticamente certo che tu abbia sprecato i tuoi soldi.

  3. Non confondere marketing e comunicazione

    Ho già scritto sulla differenza tra le due discipline. Purtroppo, molte aziende confondono il marketing con la comunicazione. Pensano soltanto a comunicare, senza fare marketing. Perché credono che la comunicazione sia il marketing. Il che è un grave errore. In effetti, se un’azienda non ha fatto marketing, significa che non si è data una strategia. E senza una strategia che cosa può comunicare? Comunica messaggi a caso. A volte, finisce addirittura per comunicare messaggi che fanno il gioco della concorrenza. Un vero disastro.

  4. Crea contenuti che risolvono problemi

    Se chiedi a qualcuno qual è il modo migliore per promuovere un’azienda, quasi sempre ti dirà che è la pubblicità. La pubblicità è senz’altro utile, ma siamo sicuri che non ci siano altre strade? Sì che ci sono. Per esempio, esiste il content marketing. Che cos’è? È il produrre contenuti (online o offline) che danno soluzioni ai problemi dei clienti. Il content marketing è molto potente: aiuta davvero a trovare nuovi clienti. Ci sono molte statistiche che lo dimostrano.
    Oggi come oggi, è impensabile che un’azienda faccia solo pubblicità. È bene che comunichi anche attraverso i contenuti. D’altronde, è anche un mezzo per differenziarsi dalla concorrenza, che in tanti settori è rimasta legata alle vecchie logiche promozionali. Invece, la clientela si è evoluta, e ha sempre più fame di contenuti.

  5. Crea il tuo sistema di acquisizione clienti

    Come trovi i tuoi clienti? Ti basi solo sul passaparola? Sei soddisfatto dei risultati che ottieni in questo modo? Oppure credi di dover potenziale la tua attività promozionale? Se è così, ti serve creare un sistema di acquisizione clienti vero e proprio. Ti serve cioè fare lead generation in modo più robusto.
    Se metti in piedi un sistema articolato, hai più possibilità di farti conoscere dai potenziali clienti. Hai più possibilità di attirare la loro attenzione. E poi di farli comprare da te!
    Altrimenti, se punti solo al passaparola, sei sempre lì a sperare che succeda qualcosa. Ma questa è una strategia troppo passiva per riuscire a interessare la possibile clientela.

  6. Misura i risultati delle tue azioni

    Per quanto possa sembrare incredibile, tante aziende non misurano i risultati delle proprie azioni promozionali. Così, non sanno se riescono o no ad attirare l’attenzione dei clienti. Il che significa che non hanno idea di come stanno spendendo i loro soldi. O meglio: non hanno idea dei risultati che gli sta portando il budget promozionale. Questo è ovviamente inaccettabile. Nessuna azienda, piccola o grande che sia, può permettersi di agire senza monitorare i risultati delle proprie azioni. Soprattutto al giorno d’oggi, in cui esistono più strumenti che ci aiutano a tener traccia dei ritorni dei nostri investimenti.

 

Ecco, quelle sopra sono alcune idee per aiutarti ad attirare l’attenzione dei tuoi clienti. Se le applichi, non otterrai solo visibilità. Riuscirai anche a coinvolgere il tuo pubblico, cioè a fargli capire che i tuoi prodotti (o servizi) lo aiutano a risolvere i suoi problemi. I tuoi clienti non chiedono di meglio.

E tu? Riesci ad attirare la tua clientela? Riesci cioè a farti conoscere e a far comprendere quanto la tua offerta sia utile ai suoi bisogni? Oppure fai fatica in questo? Lascia un commento per dire la tua!

 

Vuoi vendere più prodotti e servizi?
Attira l’attenzione della clientela.
>>> Contattami e parliamone! <<<

 


acquisizione clientiQuesto post che ti indica come puoi riuscire ad attirare l’attenzione dei tuoi potenziali clienti è stato scritto da Alessandro Scuratti, content specialist e business blogger.
Da oltre 20 anni mi occupo di comunicazione per le aziende, come business writer e come content marketer. Dal 2011, gestisco questo mio business blog, che raccoglie migliaia di visite al giorno. Sono autore di “Scrivere per il web 2.0”.
Vuoi contattarmi per saperne di più su come fare content marketing su un blog aziendale? Vuoi discutere con me su come riuscire a intercettare i bisogni del tuo target di consumatori e trovare così nuovi clienti?Puoi farlo da questa pagina!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*