Blog e content marketing [Analisi su 912 milioni di post]

come si crea un blogHo già scritto un articolo sull’analisi che Backlinko ha condotto su 912 milioni di post di blog. Nello specifico, ho sottolineato che non esiste un giorno migliore di altri per pubblicare un post sul proprio blog. Lo studio però diceva anche altro. Molto altro. E ne parlo proprio qui sotto.

Dunque, se hai un blog, soprattutto se è aziendale, tieni presente l’elenco che stai per leggere. Sono indicazioni estrapolate dalla blogsfera in lingua inglese, ma hanno una validità anche per noi che postiamo in italiano.

  1. I contenuti lunghi ricevono in media il 77,2% in più di link di quelli corti. In altri termini: se vuoi fare link earning, è meglio che tu scriva contenuti di qualità che sono lunghi almeno 1000 parole.
  2. Se parliamo di condivisioni sui social network, anche qui i contenuti lunghi battono i brevi. Anche se il beneficio diminuisce sopra le 2000 parole.
  3. La maggior parte dei post ottiene pochi link e poche condivisioni sui social. In effetti, il 94% dei post analizzati non hanno ottenuto un solo link in ingresso.
  4. Non stupisce allora che ci sia una piccola percentuale di post (l’1,3% del totale) che genera ben il 75% delle attività social.
  5. Non c’è correlazione tra backlink e condivisioni sui social.
  6. I titoli lunghi per i post attirano più interazioni social. In particolare, i titoli che contano 14-17 parole generano il 76,7% in più di interazioni sui social rispetto ai titoli brevi.
  7. I titoli di post che terminano con il punto di domanda ottengono il 23,3% in più di social shares rispetto ai titoli che non sono domande.
  8. Non esiste il giorno ideale per pubblicare contenuti su un blog. Tutti i giorni sono piuttosto equivalenti, in termini di interazioni sui social.
  9. I post che sono liste (per esempio: “I migliori tool per il content marketing” o “10 strumenti per generare più visite al tuo blog”) hanno molto successo sui social network. In effetti, questi post hanno in media il 218% in più di interazioni rispetto ai post “how to” e il 203% in più di interazioni rispetto ai post che includono un’infografica.
  10. Alcuni formati di contenuti sembrano funzionare meglio nell’attrarre link da siti e da altri blog. Si tratta per esempio dei post “Che cosa” (“Che cos’è il content marketing” o “Che cos’è la SEO”), dei post “Perché” (“Perché fare content marketing ti farà trovare più clienti”) e delle infografiche. Questi tipi di post ricevono in media il 25,8% in più di link in ingresso se comparati ai post “how to” (“Come ottenere più traffico verso il tuo sito”).
  11. I post B2C ottengono più interazioni social dei post B2B. Nello specifico, i post B2C + B2B fanno registrare 9,7 volte più shares dei soli post B2B.

Ecco, questi erano i dati principali della ricerca. E tu, come la vedi? Hai un blog aziendale? Riesci a ottenere visibilità e contatti da parte di potenziali clienti? In sintesi: il tuo blog funziona oppure no? Lascia un commento qui sotto per condividere la tua opinione con tutti noi!

 

Vuoi vendere più prodotti e servizi?
Il blog aziendale ti aiuta.
>>> Contattami e parliamone! <<<

 


business blogQuesto post è una sintesi di una ricerca su 912 milioni di post di blog ed è stato scritto da Alessandro Scuratti, content specialist e business blogger.
Da oltre 20 anni mi occupo di comunicazione per le aziende, come business writer e come content marketer. Dal 2011, gestisco questo mio business blog, che raccoglie migliaia di visite al giorno. Sono autore di “Scrivere per il web 2.0”.
Vuoi contattarmi per saperne di più su come fare content marketing su un blog aziendale? Vuoi discutere con me su come riuscire a intercettare i bisogni del tuo target di consumatori e trovare così nuovi clienti?Puoi farlo da questa pagina!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*